Cuba

Cuba

Capitale
L'Avana
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Peso cubano
Superficie
Abusi sistematici

Secondo un rapporto pubblicato il 19 ottobre dall’ong Human rights watch (Hrw) più di 130 persone in varie zone del paese sono state vittime di abusi da parte degli agenti... Leggi

Non si può manifestare

La piattaforma Archipiélago, che è stata fondata dall’artista e drammaturgo Yunior García dopo le proteste scoppiate a luglio in varie città del paese e riunisce decine... Leggi

pubblicità
Via libera al privato

Il ministero dell’economia e della pianificazione di Cuba ha autorizzato il 29 settembre l’attività delle prime 32 piccole e medie imprese private, note come mypimes.... Leggi

A Cuba la crisi fa nascere un movimento inedito

Le proteste dell’11 luglio derivano dalla difficile situazione economica e da una grave penuria alimentare. Difficile dire se si tratti di un movimento destinato a durare. Il governo comunque ha reagito prendendo la minaccia sul serio. Leggi

Che Guevara vita e miracoli

La rivoluzione, i “due, tre, molti Vietnam”, le migliaia di giovani che lo imitarono, la violenza e la morte. Dall’archivio di Internazionale, una biografia del guerrigliero latinoamericano. Leggi

pubblicità
Dialogo difficile tra il governo cubano e gli artisti

La protesta del movimento San Isidro per chiedere più libertà d’espressione nell’isola e il rilascio del musicista Daniel Solís ha spinto le autorità a negoziare. Ma poi hanno fatto marcia indietro. Leggi

A Cuba i negozi sono vuoti e il governo medita riforme economiche

Anche se l’Avana ha saputo gestire la pandemia, il crollo del turismo ha dato un brutto colpo all’economia del paese. Ora il governo ha lasciato trapelare che potrebbe abbandonare il suo sistema di doppia valuta. Leggi

L’incoerenza delle Nazioni Unite verso chi non rispetta i diritti umani

Nel consiglio creato per vigilare sul rispetto dei diritti umani entreranno gli stessi paesi che li violano, confermando che manca una volontà politica globale di rendere efficaci questi strumenti. Leggi

Yuli è una storia di danza e libertà

La regista ​Icíar Bollaín ha scelto di raccontare la storia del famoso ballerino cubano Carlos Acosta usando la danza come specchio della realtà. Leggi

Agonia di una rivoluzione

A Cuba ci furono tentativi, speranze e ambizioni che non vanno dimenticati. Ma il sogno incarnato dall’arrivo al potere di Fidel Castro è finito. Al festival di Internazionale si parlerà della crisi delle rivoluzioni latinoamericane. Leggi

pubblicità
Cuba senza i Castro

Il nuovo presidente cubano Miguel Díaz-Canel non spicca per spirito d’iniziativa e finora non ha esposto una chiara strategia di riforme politiche ed economiche. Leggi

Segni di un passato coloniale

Da sette anni Nicola Lo Calzo documenta l’eredità della schiavitù in vari paesi del mondo. Il 10 giugno presenterà il suo lavoro durante la Milano Photoweek. Leggi

Un leader mediocre per Cuba

Il curriculum del nuovo presidente cubano Miguel Díaz-Canel è di una insultante mediocrità, come quelli di tutti i politici nati sull’isola dopo il 1959. Leggi

Cosa resta oggi del mito di Ernesto Guevara

Cinquant’anni fa veniva ucciso il guerrigliero che combatté con Fidel Castro e provò a esportare la rivoluzione. Leggi

Sapore di Cuba

Negli ultimi due anni la vendita di sigari cubani è aumentata sia sull’isola sia all’estero. Nel 2016 il giro d’affari è stato di 430 milioni di dollari. Questa crescita, soprattutto nel mercato straniero, è stata favorita dall’amministrazione dell’ex presidente statunitense Barack Obama, che ha consentito ai viaggiatori di portare quantità illimitate di rum e sigari negli Stati Uniti. Leggi

pubblicità
Cuba sotterranea

“Non c’è una sola Cuba, ce ne sono due”, spiega il fotografo Nicola Lo Calzo. Quella ufficiale, con i suoi miti, gli eroi della rivoluzione e i nemici storici. E quella sotterranea, silenziosa, segreta, invisibile agli occhi degli stranieri. Il progetto Regla indaga la Cuba sotterranea, tra società segrete, confraternite religiose e movimento hip hop. Leggi

Alberto Korda, l’occhio della rivoluzione cubana

La foto che ha scattato a Ernesto Che Guevara il 5 marzo del 1960 ha fatto il giro del mondo ed è diventata l’immagine più famosa del rivoluzionario argentino. L’autore di quello scatto, il fotografo cubano Alberto Korda, stava seguendo la cerimonia per le vittime dell’esplosione della nave La Coubre nel porto dell’Avana. Leggi

Baseball all’Avana
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.