Cuba

Cuba

Capitale
L'Avana
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Peso cubano
Superficie
Yuli è una storia di danza e libertà

La regista ​Icíar Bollaín ha scelto di raccontare la storia del famoso ballerino cubano Carlos Acosta usando la danza come specchio della realtà. Leggi

Agonia di una rivoluzione

A Cuba ci furono tentativi, speranze e ambizioni che non vanno dimenticati. Ma il sogno incarnato dall’arrivo al potere di Fidel Castro è finito. Al festival di Internazionale si parlerà della crisi delle rivoluzioni latinoamericane. Leggi

pubblicità
Cuba senza i Castro

Il nuovo presidente cubano Miguel Díaz-Canel non spicca per spirito d’iniziativa e finora non ha esposto una chiara strategia di riforme politiche ed economiche. Leggi

Segni di un passato coloniale

Da sette anni Nicola Lo Calzo documenta l’eredità della schiavitù in vari paesi del mondo. Il 10 giugno presenterà il suo lavoro durante la Milano Photoweek. Leggi

Un leader mediocre per Cuba

Il curriculum del nuovo presidente cubano Miguel Díaz-Canel è di una insultante mediocrità, come quelli di tutti i politici nati sull’isola dopo il 1959. Leggi

pubblicità
Cosa resta oggi del mito di Ernesto Guevara

Cinquant’anni fa veniva ucciso il guerrigliero che combatté con Fidel Castro e provò a esportare la rivoluzione. Leggi

Sapore di Cuba

Negli ultimi due anni la vendita di sigari cubani è aumentata sia sull’isola sia all’estero. Nel 2016 il giro d’affari è stato di 430 milioni di dollari. Questa crescita, soprattutto nel mercato straniero, è stata favorita dall’amministrazione dell’ex presidente statunitense Barack Obama, che ha consentito ai viaggiatori di portare quantità illimitate di rum e sigari negli Stati Uniti. Leggi

Bloccati in Costa Rica
Cuba sotterranea

“Non c’è una sola Cuba, ce ne sono due”, spiega il fotografo Nicola Lo Calzo. Quella ufficiale, con i suoi miti, gli eroi della rivoluzione e i nemici storici. E quella sotterranea, silenziosa, segreta, invisibile agli occhi degli stranieri. Il progetto Regla indaga la Cuba sotterranea, tra società segrete, confraternite religiose e movimento hip hop. Leggi

Alberto Korda, l’occhio della rivoluzione cubana

La foto che ha scattato a Ernesto Che Guevara il 5 marzo del 1960 ha fatto il giro del mondo ed è diventata l’immagine più famosa del rivoluzionario argentino. L’autore di quello scatto, il fotografo cubano Alberto Korda, stava seguendo la cerimonia per le vittime dell’esplosione della nave La Coubre nel porto dell’Avana. Leggi

pubblicità
Baseball all’Avana
Forti piogge all’Avana
Partenza faticosa
Una partita per la pace
Gli Stati Uniti non daranno più la residenza ai cubani che arrivano senza visto.
Gli Stati Uniti non daranno più la residenza ai cubani che arrivano senza visto. L’amministrazione statunitense ha annunciato la fine alla politica soprannominata “wet foot, dry foot” (i migranti arrivavano in Florida dal mare e poi asciugavano i piedi sulla terra statunitense) che da vent’anni garantiva a tutti i cittadini cubani arrivati nel paese senza visto di poter restare sul territorio statunitense e ricevere, dopo un anno, la residenza permanente.
pubblicità
Connessi all’Avana
Il governo cubano firma un accordo commerciale con Google per velocizzare la connessione a internet.
Il governo cubano firma un accordo commerciale con Google per velocizzare la connessione a internet. La società pubblica per le telecomunicazioni Etecsa ha firmato un accordo commerciale con Google, che installerà sull’isola dei server per migliorare la velocità delle connessioni a internet in particolare per i serviti di Google tra cui Gmail e YouTube. Al momento l’accesso a internet in tutta l’isola è scarso, molto lento e costoso.
Un classico cubano da riscoprire

Torna un classico del novecento poco frequentato dall’italica cultura, da rileggere o da leggere o, per la sua lunghezza, da gustare a brani, nella sua prosa squisitamente barocca. Lezama Lima non fu molto amato dal castrismo, per la sua borghese estraneità a una vocazione politica e, si dice, perché omosessuale. Leggi

Decine di migliaia di persone a Santiago de Cuba per i funerali di Fidel Castro.
Decine di migliaia di persone a Santiago de Cuba per i funerali di Fidel Castro. Il 3 dicembre il presidente Raúl Castro ha guidato migliaia di cubani in un tributo all’eredità socialista di suo fratello Fidel Castro, morto lo scorso 25 novembre all’età di novant’anni. L’urna contenente le ceneri dell’ex presidente è giunta a Santiago dopo un viaggio di quattro giorni dall’Avana. I resti del líder máximo della rivoluzione comunista saranno interrati accanto a quelli dell’eroe cubano José Martí oggi alle 7.00 (13.00 ora italiana) a conclusione di nove giorni di lutto nazionale.
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.