L’offensiva della Turchia contro lo Stato islamico e il Pkk

La zona di interdizione ai jihadisti voluta da Turchia e Stati Uniti

28 luglio 2015 20:26
La zona cuscinetto nel nord della Siria prevista dagli accordi tra Ankara e Washington

Turchia e Stati Uniti hanno concordato un piano d’azione contro i jihadisti del gruppo Stato islamico, con la creazione di una fascia protetta (safe zone) tra i territori a ovest del fiume Eufrate fino alla provincia di Aleppo in Siria. L’intesa dovrebbe aumentare la portata e il ritmo dei raid aerei statunitensi oltre a garantire una zona cuscinetto per l’accoglienza dei circa due milioni di profughi siriani che sono entrati in Turchia. Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha detto che si tratta di un’iniziativa bilaterale che non coinvolge la Nato.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Il rap di Slowthai e la rivincita della provincia
Giovanni Ansaldo
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.