Turchia

Turchia

Capitale
Ankara
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Lira turca
Superficie
In due anni Erdoğan ha costruito la terza repubblica turca

Il secondo anniversario del tentativo di colpo di stato e del suo insuccesso è stato celebrato in pompa magna, trattandosi del primo evento pubblico del nuovo governo entrato in carica dopo le elezioni. Leggi

Le due facce della vittoria di Erdoğan

In Turchia il malessere è grande, ma i risultati sono là e ormai è impensabile che vengano smentiti. Leggi

pubblicità
La Turchia va alle urne e si prepara alla crisi

Il 24 giugno nel paese si terranno le elezioni presidenziali e politiche. La vittoria di Erdoğan non è scontata, ma una cosa è certa: per chiunque vinca, governare non sarà facile. Leggi

Gli avversari di Erdoğan temono la sua sconfitta

Anche se è ancora molto popolare e controlla tv e giornali, Erdoğan potrebbe perdere le elezioni per la disastrosa situazione economica della Turchia. E l’opposizione potrebbe avere enormi difficoltà a governare. Leggi

Erdoğan mette alla prova la democrazia turca

Non esiste alcuna possibilità di un lieto fine per le elezioni di domenica prossima in Turchia. Leggi

pubblicità
Per Erdoğan il risultato delle elezioni non è scontato

Controlla i mezzi d’informazione e gode di una popolarità ancora consistente, ma il 24 giugno il presidente turco deve fare i conti con la concorrenza. Leggi

Le prossime elezioni cambieranno il volto della Turchia

Erdoğan si presenta come l’eroe che salverà la Turchia da tutti i suoi nemici e al tempo stesso “correggerà la storia”. Leggi

Erdoğan traballa e anticipa il voto

Lo schieramento conservatore si sfalda e il presidente turco vuole accelerare tutto, in un periodo di confusione diplomatica e debolezza economica. Leggi

Cosa farà la Turchia in Siria dopo Afrin

La conquista dell’enclave curda ha rafforzato politicamente Erdoğan e gli permette di consolidare la sua sfera d’influenza nella regione. È improbabile che Ankara faccia marcia indietro. Leggi

Il segreto del successo degli uomini forti

Vladimir Putin, Xi Jinping, Recep Tayyip Erdoğan e altri come loro si presentano come gli unici capaci di dare certezze, facendo leva sul nazionalismo e le paure per il futuro. Leggi

pubblicità
In Medio Oriente cambiano alleanze e tradizioni

Le guerre e le rivalità hanno cambiato la situazione: Bashar al Assad è scontento del sostegno turco, in Iran gli accademici alzano la voce e il clero saudita diventa moderato. Leggi

La questione turca tiene in scacco l’Europa

La classe media turca si sente europea, la Turchia è una porta sui mercati mediorientali e asiatici, e il paese accoglie per conto dell’Ue due milioni e mezzo di profughi siriani. Leggi

Perché l’Italia non alza la voce con Erdoğan

La Turchia resta uno dei mercati più importanti per l’industria bellica italiana e Ankara è un partner cruciale nella costruzione del gasdotto Tap. Leggi

I diritti traditi dei profughi

L’occidente appalta la gestione della crisi dei profughi, in modo da portare avanti le sue politiche antimmigrazione, mentre gli altri fanno il lavoro sporco. Leggi

Afrin

La campagna turca nel nord della Siria non riguarda solo il futuro dei curdi: può trasformare l’intera regione con profonde conseguenze per l’occidente e i suoi rapporti con la Russia. Leggi

pubblicità
In Siria tutti mentono

Gli Stati Uniti avevano promesso un appoggio ai combattenti curdi in Siria, ma la Turchia è intervenuta militarmente spingendoli a chiedere moderazione. Adesso Putin corteggia Ankara. Leggi

L’intervento militare della Turchia è destinato a fallire

Da tre giorni è in corso un’operazione dell’esercito turco in Siria. Ma il presidente Erdoğan sta solo danneggiando il suo paese. Leggi

Con l’attacco ai curdi la Turchia si allontana dalla Nato

Il presidente turco non vuole restare in secondo piano sul futuro della Siria e non vuole alla frontiera un’enclave armata di curdi, appoggiati dagli Stati Uniti. Leggi

Nel conflitto siriano si gioca anche il futuro di Putin

Il presidente russo contava di presentarsi come l’uomo che ha messo fine a sette anni di guerra in Siria e invece è intrappolato tra gli iraniani e i turchi. Leggi

Il processo ai giornalisti in Turchia e la fine dello stato di diritto

Il 13 novembre nel palazzo di giustizia di Istanbul si è svolta un’udienza aberrante contro gli intellettuali Ahmet e Mehmet Altan, accusati di terrorismo. Leggi

pubblicità