L’offensiva della Turchia contro lo Stato islamico e il Pkk

Attentato contro i soldati turchi nella provincia di Ağrı, due morti

02 agosto 2015 11:36

Due soldati sono morti e altri 24 sono rimasti feriti stanotte in Turchia, per un attentato suicida attribuito ai combattenti del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) contro un commissariato nel distretto di Doğubayazıt, nella provincia orientale di Ağrı. Un uomo si è lanciato contro la palazzina a bordo di un trattore con due tonnellate di esplosivo: è il primo attacco del genere da quando Ankara ha scatenato la nuova offensiva contro il Pkk.

L’agenzia di stampa ufficiale Anatolia ha poi riferito che, nella serata di sabato, un soldato turco è rimasto ucciso e altri quattro feriti quando una mina è esplosa al passaggio del convoglio militare su cui viaggiavano. L’episodio è avvenuto nella provincia sudorientale di Mardin.

Circa 260 guerriglieri del Pkk sono rimasti uccisi e centinaia feriti in una settimana di raid dell’aviazione turca contro le basi dei ribelli, stando al bilancio dell’agenzia Anatolia. I curdi iracheni hanno chiesto al Partito dei lavoratori del Kurdistan di abbandonare le aree abitate dai civili per salvarli dagli attacchi aerei.

pubblicità

Articolo successivo

Le notizie di scienza della settimana
Claudia Grisanti