19 novembre 2015 11:06

“Rischio di attacchi con armi chimiche”, secondo il premier francese. Manuel Valls si è rivolto al parlamento avvertendo che dopo gli attentati jihadisti del 13 novembre ”non bisogna escludere niente”. Oggi l’assemblea di Parigi discute e vota la proposta del governo di estendere lo stato di emergenza per altri tre mesi.