18 settembre 2020 14:56

Il mondo supera i 30 milioni di casi di covid-19, le vittime sono quasi 950mila, avvicinandosi sempre più velocemente alla soglia del milione. Nel frattempo l’Organizzazione mondiale della Sanità ha avvisato l’Europa: i tassi di trasmissione nel vecchio continente sono “allarmanti”, i nuovi casi settimanali di covid-19 sono più alti che a fine marzo, picco della pandemia, delineando “una situazione molto grave”. Il direttore regionale dell’Oms per l’Europa, Hans Kluge, ha spiegato che la scorsa settimana i nuovi casi sono stati 305.054, contro i 264.675 dell’ultima di marzo.

  • A quasi due milioni di persone nel nordest dell’Inghilterra sarà vietato incontrare altre persone al di fuori dei familiari e coinquilini, scrive il Guardian. Le restrizioni, entrate in vigore il 17 settembre a mezzanotte, riguardano gli abitanti di Newcastle, Northumberland, North Tyneside, South Tyneside, Gateshead, County Durham e Sunderland. Scatta anche il coprifuoco alle 22 e il divieto di usare i mezzi pubblici se non per motivi di urgenza. Il ministro della salute, Matt Hancock, ha annunciato le nuove restrizioni dopo un ulteriore aumento dei casi nel Regno Unito. Si è arrivati a quattromila casi giornalieri, dai duemila di dieci giorni fa. Sono ormai dieci milioni di persone, nel paese, a essere sottoposte a una qualche forma di isolamento a causa del covid-19.
  • La situazione peggiora costantemente anche in Francia. Sono stati rilevati 10.593 nuovi casi di covid-19 nelle ultime 24 ore e cinquanta persone sono morte, per un totale di oltre 31mila vittime. Torna ad aumentare anche il numero di pazienti ricoverati in terapia intensiva: 535 in questa settimana, 27 in più solo il 17 settembre. Il tasso di positività al test è del 5,4 per cento, con 896 focolai attivi nel paese. Il ministro della salute, Olivier Véran, ha spiegato che entro sabato 19 settembre potrebbero scattare nuove misure restrittive a Lione e Nizza. Inoltre, “se la situazione sanitaria non migliora, sarà necessario prendere misure ancora più forti”, come “la chiusura dei bar” o “il divieto di riunioni pubbliche”. La Francia viaggia sugli 1,2 milioni di test a settimana, ha spiegato il ministro. Ma i tempi continuano ad allungarsi, soprattutto nelle grandi città, aspettando che l’effetto “collo di bottiglia” diminuisca.
  • In Asia l’aumento dei contagi da covid-19 sta generando forti discriminazioni verso le comunità più vulnerabili. Lo ha annunciato la Federazione internazionale delle società della Croce rossa e della Mezzaluna rossa, l’organizzazione umanitaria più grande al mondo, nel suo ultimo rapporto. Un sondaggio su cinquemila persone tra Indonesia, Malaysia, Birmania e Pakistan ha dimostrato che più della metà degli intervistati accusa un gruppo specifico per la diffusione del coronavirus: a essere incolpati sono principalmente migranti, lavoratori stranieri e cinesi. A causa della pandemia anche in Giappone sono aumentati i comportamenti discriminatori. A Beppu, sulla costa nordorientale dell’isola di Kyūshū, i negozi hanno vietato l’ingresso agli studenti stranieri.
  • Singapore è il paese con il numero più basso di decessi per covid-19. Al momento i casi positivi sono 57.543, mentre le vittime del virus sono 27. I dati raccolti dalla Reuters sui paesi che hanno registrato più di mille contagi mostrano un tasso di mortalità medio del 3 per cento, invece a Singapore è dello 0,05 per cento. Diversi fattori potrebbero aver contribuito a questo fenomeno, primo tra tutti l’età media dei contagiati. Il 95 per cento dei casi positivi riguarda ragazzi dai 20 ai 30 anni. Inoltre, il paese ha da subito attuato misure di prevenzione severe come il tracciamento dei contatti e test a campione, in questo modo oltre il 15 per cento dei 5,7 milioni di abitanti è stato sottoposto al tampone. La diagnosi precoce unita all’ottimo sistema sanitario, uno dei migliori nel sudest asiatico, ha evitato il sovraffollamento degli ospedali permettendo una maggiore cura dei pazienti.
  • Il covid-19 è costato lo stop a 25 anni di progresso, scrive il Mail & Guardian. Gli obiettivi di uno sviluppo sostenibile sono i grandi piani delle Nazioni Unite per risolvere la disuguaglianza globale. La fondazione Gates ha pubblicato il suo rapporto annuale. In quasi tutti gli indicatori, quest’anno, i progressi verso gli obiettivi si sono interrotti o invertiti: la povertà estrema è aumentata del 7 per cento, dopo vent’anni di progressi, e la copertura dei vaccini sta calando ai livelli degli anni novanta. “In altre parole, siamo tornati indietro di venticinque anni in venticinque settimane”, spiega il rapporto.
  • Il candidato democratico alla presidenza degli Stati Uniti, Joe Biden, ha nuovamente criticato la gestione della pandemia da parte di Donald Trump, definendola “vicina al criminale”, in particolare la presunta minimizzazione intenzionale del presidente della gravità del virus. Biden ha anche messo in dubbio le ultime dichiarazioni sul vaccino: “Non mi fido di lui, ma del dottor Anthony Fauci”, ha spiegato. “Se Fauci dicesse che un vaccino è sicuro, allora lo prenderei. Dovremmo ascoltare gli scienziati, non il presidente”.