06 dicembre 2012 15:00

Autori vari, Rapporto Sbilanciamoci! 2013

sbilanciamoci.org

Più la fiscalità viene presentata come un terreno tecnico in cui esistono solo scelte obbligate e più c’è bisogno di discuterne. Da anni la rete Sbilanciamoci! redige il proprio rapporto in cui analizza le scelte compiute da ogni legge finanziaria e presenta la propria controfinanziaria in cui si avanzano proposte per favorire la giustizia fiscale, il benessere delle persone e quello dell’ambiente.

Leggendolo si capisce allo stesso tempo cosa è stato deciso dal governo e quale potrebbe essere un’alternativa, e si riflette, al di là della cronaca e delle dichiarazioni, su quali sono e quali potrebbero essere i princìpi ispiratori di un atto politico, la pianificazione della finanza pubblica, da cui dipendono le vite di tutti i cittadini.

Nel rapporto di quest’anno si propongono soluzioni ovvie come la riduzione delle spese militari (non solo ingiuste in sé, ma anche esempio sovrano degli sprechi del settore pubblico) o l’applicazione di una tassa patrimoniale che contribuisca a spostare il prelievo dal lavoro alle rendite, e altre meno ovvie che potrebbero aggregare consenso, come il “programma piccole opere” per rilanciare l’economia non attraverso infrastrutture faraoniche, ma mediante la capillare messa a norma di scuole, ospedali, e strade così da evitare che anche in campo ambientale, come in quello finanziario, si passi continuamente da un’emergenza all’altra.