Slavoj Žižek

È un filosofo e studioso di psicoanalisi sloveno. Il suo ultimo libro è Virus (Ponte alle Grazie 2020).

Slavoj Žižek
Che fine hanno fatto Greta Thunberg e Bernie Sanders?

Le tre crisi attuali– epidemia, proteste antirazziste, emergenza ambientale – ci accompagnavano già da decenni. E per affrontarle nel loro insieme servivano piani più radicali. Leggi

Il virus ci ha fatto vedere una nuova classe operaia

La pandemia ci fa riflettere su quello che le sue conseguenze devastanti rivelano della nostra società. La prima cosa che salta agli occhi è che non siamo affatto “tutti sulla stessa barca”: le differenze di classe sono esplose. Leggi

pubblicità
Non c’è vero amore senza il corpo

La pandemia limiterà la sessualità? Sicuramente farà aumentare i giochi erotici digitali. Si spera però che ci faccia rivalutare il contatto fisico intimo. Leggi

Il modo giusto di vivere l’isolamento

L’idea di stare nel mio appartamento con tutto il tempo a disposizione per leggere e lavorare mi era sempre piaciuta. Eppure ora questo mi rende più difficile, non più facile, essere costretto a stare a casa. Perché? Leggi

Un nuovo comunismo può salvarci

Quale sarebbe una reazione appropriata all’epidemia del nuovo coronavirus? Cosa dovremmo imparare e cosa dovremmo fare per affrontarla seriamente? Leggi

pubblicità
Perché siamo sempre stanchi?

Le divisioni di classe hanno acquistato una nuova dimensione con il panico per il coronavirus. Leggi

Il film Roma è celebrato per le ragioni sbagliate

Roma di Alfonso Cuarón è acclamato per un errore di lettura quasi osceno.
L’opinione di Slavoj Žižek. Leggi

Per Slavoj Žižek il problema non è Trump, ma cambiare la sinistra

Il filosofo sloveno invita le forze progressiste a contestare il capitalismo e a non difendere solo delle “libertà vuote”. L’intervista del Guardian. Leggi

La libertà sulla nuvola

Edward Snowden va difeso non solo perché le sue denunce hanno messo in imbarazzo il governo statunitense, ma anche perché ha rivelato che molti paesi si comportano come Washington. Leggi

L’epoca delle rivolte borghesi

È il successo del capitalismo a rendere inutile un numero sempre maggiore di lavoratori: l’opportunità di essere sfruttati viene percepita come un privilegio. Leggi

pubblicità
L’illusione della democrazia

La questione della libertà non riguarda solo le elezioni, l’indipendenza della magistratura, l’informazione o il rispetto dei diritti umani. Bisogna cambiare i rapporti sociali di produzione. Leggi

Le radici dell’odio e della convivenza

L’autogiustificazione ideologica dell’estremista di destra norvegese Anders Behring Breivik, l’assassino di Utøya, è la lucida esposizione della crisi europea. Leggi

Perché la tolleranza non può bastare

Per uscire dall’impasse bisogna impegnarsi in un progetto positivo universale condiviso da tutti. Le battaglie possibili in questo senso sono molte, dall’ecologia all’economia. Leggi

Il carattere miracoloso degli eventi egiziani

Gli occidentali chiedono una transizione “nel rispetto delle leggi”, come se Mubarak avesse avuto a cuore i diritti civili. Leggi

Chi ha paura delle rivoluzioni?

Una delle cose che colpisce di più, nelle rivolte scoppiate in Tunisia e in Egitto, è l’evidente assenza del fondamentalismo islamico. Leggi

pubblicità
Emergenza permanente

Stiamo entrando in un’epoca in cui un certo stato di emergenza economica sta diventando permanente. Leggi

La nuova beneficenza dei capitalisti

Bisogna fare di più. Non sono contrario alla beneficenza in astratto. È meglio di niente. Dobbiamo però essere consapevoli che contiene un elemento di ipocrisia. Leggi

Barbarie dal volto umano

L’espulsione dalla Francia dei rom ha suscitato vivaci proteste. Eppure le espulsioni continuano e sono solo la punta di un iceberg della politica europea. Leggi

Compagno Dio

La sinistra ha bisogno di un Dio che “si è fatto uomo” fino in fondo, un compagno che non solo non esiste, ma ne è perfettamente consapevole e accetta la propria eliminazione. Leggi

La lezione del vulcano islandese

L’umanità dovrebbe prepararsi a vivere in un modo più “plastico” e nomade: alcuni cambiamenti nell’ambiente possono imporre trasformazioni sociali senza precedenti. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.