Mediapart

Gli oligarchi russi che ora imbarazzano Cipro

L’isola, che fa parte dell’Ue, è diventata un paradiso fiscale e considera Mosca come un partner contro la Turchia, che occupa la parte nord. La guerra in Ucraina spinge Nicosia a rivedere i suoi rapporti con il Cremlino. Leggi

La sinistra brasiliana spera di conquistare il voto degli evangelici

I fedeli delle chiese evangeliche sono il 30 per cento della popolazione brasiliana, e nel 2018 hanno votato per Bolsonaro. In vista delle presidenziali di ottobre, Lula e il Partito dei lavoratori cercano strade per dialogare con loro. Leggi

pubblicità
Fino all’ultimo articolo

I giornalisti algerini che hanno seguito le mobilitazioni del 2019 contro il governo oggi devono resistere a intimidazioni e censura Leggi

In Corsica i giovani portano avanti la battaglia per l’autonomia

Dopo la grave aggressione in carcere di un noto militante indipendentista corso, nelle città di tutta l’isola si sono riaccese le manifestazioni di sostegno alla causa. Nonostante le concessioni di Parigi, la mobilitazione non si fermerà facilmente. Leggi

L’attivismo di facciata dei colossi petroliferi

La giustizia razziale, il femminismo e i diritti lgbt sono argomenti sempre più usati dalle multinazionali del petrolio per dare un aspetto positivo alle loro attività di estrazione di combustibili fossili. Leggi

pubblicità
L’Afghanistan rischia il collasso

Cinque mesi dopo il ritorno dei taliban al potere e il blocco dei fondi internazionali, il paese è sull’orlo di una crisi umanitaria senza precedenti. Reportage dalla città di Herat Leggi

Il piccolo paese europeo che resiste a Pechino

Il nuovo governo lituano ha deciso di concedere una sede diplomatica a Taiwan, scatenando la reazione di Pechino. Il paese sta emergendo come un avamposto degli Stati Uniti per contenere la Cina. Leggi

Il modello italiano per una scuola inclusiva

Gli alunni con disabilità sono inseriti nelle classi ordinarie. Un sistema all’avanguardia in Europa, che la Francia vorrebbe replicare. A Parigi, però, mancano insegnanti e soldi Leggi

Il Cile deve scegliere tra due candidati molto diversi

Il 19 dicembre al secondo turno delle elezioni presidenziali si affronteranno il candidato di sinistra Gabriel Boric e José Antonio Kast, uomo di destra che agita lo spettro del comunismo. Leggi

L’odio in diretta

Cavalcando l’estremismo indù, il giornalista Arnab Goswami ha creato in India un nuovo stile televisivo: urlato, aggressivo e islamofobo Leggi

pubblicità
Processo alla solidarietà

I tredici anni di carcere inflitti a Mimmo Lucano, ex sindaco di Riace, accusato di aver commesso irregolarità pur di accogliere i migranti, sembrano voler intimidire le persone che aiutano chi è in cerca di un futuro migliore Leggi

Il riso della discordia tra India e Pakistan

Il possibile riconoscimento dell’Unione europea di un’indicazione geografica protetta del riso basmati indiano ha risvegliato le tensioni tra i due paesi, separati e in conflitto latente dal 1947. Leggi

In Birmania la giada è un tesoro che fa gola a molti

Un rapporto di Global Witness fa luce sul redditizio settore della giada, controllato in larga misura dall’esercito birmano. La corruzione arricchisce gli ufficiali e tocca anche il figlio del capo della giunta militare. Leggi

La Grecia costruisce dei campi fortificati per isolare i profughi

L’Ue ha investito quest’anno 276 milioni di euro per la costruzione di nuove strutture su cinque isole greche. Nonostante le proteste il governo esalta il modello, e vorrebbe darlo in gestione ad aziende private. Leggi

L’arrivo dei migranti a Ceuta ha radici nel Sahara Occidentale

In ritorsione per l’accoglienza offerta dalla Spagna a un leader degli indipendentisti sahrawi, il Marocco ha aperto le barriere migratorie. In due giorni circa ottomila migranti hanno raggiunto l’enclave spagnola. Leggi

pubblicità
La Groenlandia difende le sue terre dallo sfruttamento minerario

Inuit ataqatigiit, il principale partito di sinistra, ha vinto le elezioni locali promettendo di fermare un progetto minerario. Ma la svolta ambientalista non risolve il problema del futuro economico e politico della grande isola. Leggi

Ai seggi in Uganda si affrontano due generazioni

In vista delle elezioni del 14 gennaio, il presidente Yoweri Museveni non ha esitato a usare la violenza per mettere a tacere gli avversari. Perché stavolta deve affrontare un candidato forte, Bobi Wine, molto amato dai giovani. Leggi

Una vittoria a metà per Julian Assange

Un tribunale di Londra ha deciso che il fondatore di WikiLeaks non può essere estradato negli Stati Uniti per via delle condizioni di detenzione a cui sarebbe sottoposto. Ma non ha riconosciuto il valore della sua attività giornalistica. Leggi

Haiti è in mano a un governo autoritario e alle bande criminali

Finalmente gli Stati Uniti, principale attore politico nel paese, si sono decisi ad agire. Il dipartimento del tesoro ha annunciato che imporrà una serie di sanzioni che colpiscono al cuore la presidenza di Moïse. Leggi

Il verdetto sull’omicidio Hariri solleva molti interrogativi

Per l’attentato in cui morirono l’ex premier e altre 21 persone è stato riconosciuto colpevole uno dei quattro accusati, ma il tribunale speciale non ha trovato prove né contro Hezbollah né contro la Siria. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.