Una lettera dalla famiglia di Idy Diene

28 marzo 2018 15:02

La famiglia di Idy Diene, l’uomo senegalese ucciso a Firenze il 5 marzo, ha scritto una lettera per ringraziare tutti coloro che hanno partecipato a una colletta in sua memoria. Cinquecento persone hanno partecipato alla raccolta fondi che servirà per coprire le spese per il rimpatrio della salma e sarà divisa tra i dieci figli di Diene, che vivono in Senegal.

A nome del fratello e della famiglia del povero Idy Diene, vorremmo ringraziare tutti coloro che generosamente hanno partecipato alla raccolta fondi in memoria di Idy.

Più di 500 persone hanno sino ad oggi versato complessivamente la somma di trentamila euro circa sul conto corrente tutt’ora aperto in memoria di Idy (Iban IT48M0760105138259708359713).

Tali somme e tutte quelle che ancora perverranno saranno equamente divise fra tutti gli eredi di Idy Diene e la famiglia avrà cura di comunicare l’esatta ripartizione.

Quanto riportato qui di seguito è stato scritto da un giovane caro amico di Idy, Leonardo Boccaccini, su richiesta della famiglia.

‘Da parte della famiglia di un uomo che non ha mai smesso di sorridere, perché questo era Idy Diene. Una persona la cui genuinità e allegria erano ormai contagiose anche per chi non lo conosceva, per chi magari aveva avuto solo l’opportunità di incrociare il suo sguardo.
A voi, che siete stati colpiti dalla sua bontà, è rivolto uno speciale ringraziamento, a voi che siete entrati in contatto con quegli occhi quasi fanciulleschi, a voi che non siete influenzati da un diverso colore della pelle, a voi che avete compreso quanto un uomo, a cui la vita non ha mai regalato niente, fosse disposto a donare amore. Così vogliamo ricordarlo, facendo in modo che quel sorriso continui a vivere nel cuore dei fiorentini, come lui avrebbe voluto’.

pubblicità

Articolo successivo

L’amore secondo Isabelle e gli altri film del weekend
Piero Zardo