Il potere della cultura contro mafia e disuguaglianze

26 settembre 2018 17:54

Un’opera culturale (che sia una foto, un film, un documentario) può avere un significato civile e un impatto sulla società?
Venerdì 5 ottobre, al teatro Nuovo, il politologo Ilvo Diamanti, la filosofa Ida Dominijanni e lo storico francese Marc Lazar discuteranno di cosa succede quando la democrazia subisce il fascino del richiamo populista, fino a mettere in discussione regole condivise. Introduce l’incontro la giornalista Eva Giovannini.

Anabel Hernández a Ferrara, nel 2016.

Il 6 ottobre ne parleranno al festival di Internazionale a Ferrara Cecilia Conti della Cinemovel Foundation, Roberta Franceschinelli responsabile dell’area cultura di Unipolis, il regista Bruno Oliviero, il disegnatore Pietro Scarnera, il fotografo Patrick Willocq. Introduce e modera Daniele Cassandro di Internazionale.

Il 7 ottobre, nel cortile del Castello, Valentina Fiore, direttrice del Consorzio Libera Terra Mediterraneo ed esperta di cooperazione, la giornalista messicana Anabel Hernández e lo scrittore e criminologo esperto di criminalità organizzata Federico Varese parleranno del ruolo delle donne nella lotta alle mafie. Introduce e modera Marisa Parmigiani, direttrice della Fondazione Unipolis.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Il ruolo rimosso delle donne nella resistenza
Annalisa Camilli
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.