La galleria Camilla Grimaldi di Londra ospita dal 27 marzo la mostra Gulu real art studio, della fotografa italiana Martina Bacigalupo. Bacigalupo, che è nata a Genova nel 1978 e attualmente vive in Africa orientale, ha recuperato gli scarti delle foto realizzate da uno studio di Gulu, in Uganda, trasformandole in oggetti d'arte. I clienti del Gulu real art studio sono contadini, insegnanti, soldati, studenti o madri con i loro bambini, che hanno bisogno di fototessere per documenti ufficiali. Il fotografo del laboratorio li ritrae per intero (spesso scattando istantanee di gruppo con più persone che poi si dividono le spese) e solo dopo ritaglia le foto intorno ai volti, buttando via il resto. Le immagini raccolte da Bacigalupo, definite da gesti, vestiti e oggetti, rimandano alla tradizione africana dei ritratti in studio e allo stesso tempo creano immagini assolutamente non convenzionali. La mostra si può visitare fino al 25 aprile. Queste foto sono state pubblicate anche su Internazionale 912, con un testo di Christian Caujolle. (Martina Bacigalupo)

Scarti ritrovati

26 marzo 2014 17:33

La galleria Camilla Grimaldi di Londra ospita dal 27 marzo la mostra Gulu real art studio, della fotografa italiana Martina Bacigalupo.

Bacigalupo, che è nata a Genova nel 1978 e attualmente vive in Africa orientale, ha recuperato gli scarti delle foto realizzate da uno studio di Gulu, in Uganda, trasformandole in oggetti d’arte.

I clienti del Gulu real art studio sono contadini, insegnanti, soldati, studenti o madri con i loro bambini, che hanno bisogno di fototessere per documenti ufficiali. Il fotografo del laboratorio li ritrae per intero (spesso scattando istantanee di gruppo con più persone che poi si dividono le spese) e solo dopo ritaglia le foto intorno ai volti, buttando via il resto.

Le immagini raccolte da Bacigalupo, definite da gesti, vestiti e oggetti, rimandano alla tradizione africana dei ritratti in studio e allo stesso tempo creano immagini assolutamente non convenzionali.

La mostra si può visitare fino al 25 aprile.

Queste foto sono state pubblicate anche su Internazionale 912, con un testo di Christian Caujolle.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.