Colazione sull’erba. (Luigi Ghirri, Per gentile concessione degli eredi Ghirri e di Mack)

Colazione sull’erba

17 luglio 2019 16:11

Dal 1970 Luigi Ghirri ha cominciato a fotografare le case, le strade, le piazze e i dintorni di Modena, la città dove si era trasferito alla fine degli anni cinquanta da Scandiano, in provincia di Reggio Emilia. Questi primi scatti lasciavano già intuire la direzione che avrebbe preso la sua produzione negli anni successivi.

Ghirri lavorava pensando a progetti che prendevano forma intorno a un soggetto oppure a un principio poetico. Uno dei primi è stato Colazione sull’erba, in cui si è concentrato sulla relazione tra natura e artificio in ambienti abitati dagli esseri umani. Osservando gli edifici alla periferia di Modena “in maniera ironica e ansiosa”, Ghirri si soffermava sulle simmetrie degli alberi e delle siepi, sui giardini curati, sui dettagli aggiunti per personalizzare un vaso e sulle presenze stranianti di palme e cactus.

Le foto furono realizzate tra il 1972 e il 1974 e diventarono un libro nel 1978. Lo scorso maggio è uscita una nuova edizione, curata dalla casa editrice Mack, dove ai testi critici originali di Massimo Mussini e Roberto Salbitani è stato aggiunto un saggio di Francesco Zanot.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.