12 maggio 2020 15:52

Il piano della Commissione europea per la riapertura del turismo

Il sito Euractiv ha avuto accesso a una bozza del piano per la ripresa del turismo che la Commissione europea dovrebbe presentare il 13 maggio.

In base al documento, Bruxelles dovrebbe raccomandare di riaprire i confini tra gli stati membri che presentano “livelli di rischio simili”. La Commissione chiederà che sia rispettato il principio di non discriminazione, cioè che le distinzioni tra chi può varcare un confine e chi no si basino sul paese di provenienza e non sulla nazionalità.

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie dovrebbe presto compilare una lista di paesi a basso rischio, in modo da poter revocare il blocco generale degli spostamenti non essenziali tra gli stati europei deciso a marzo e prorogato fino al 15 giugno.

La Commissione sta cercando di scongiurare il ricorso ai cosiddetti “corridoi turistici”, degli accordi bilaterali tra stati per permettere il transito dei rispettivi cittadini, ma ha ammesso che se alcuni stati decidessero di optare per questa soluzione non avrebbe il potere di impedirlo.

Bruxelles dovrebbe inoltre confermare la sua opposizione alla richiesta di modificare le regole sui rimborsi per i voli cancellati in modo da permettere alle compagnie aeree di offrire solo buoni per altri voli invece che denaro.

Secondo le stime della Commissione, quest’anno il settore turistico europeo potrebbe perdere nel complesso 400 miliardi di euro.