25 maggio 2020 11:34

Ottanta milioni di bambini non sono stati vaccinati per colpa della pandemia

La pandemia di nuovo coronavirus ha costretto gli scienziati e i maggiori istituti di ricerca del mondo a concentrarsi sulla ricerca di un vaccino per il virus Sars-cov-2, ma in molti casi questo ha costretto a interrompere le campagne di vaccinazione già in corso.

Il settimanale colombiano Semana cita un rapporto dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) secondo cui “almeno 80 milioni di bambini non sono stati vaccinati da quando è scoppiata la pandemia” e rischiano di ammalarsi di difterite, morbillo e poliomielite.

I ricercatori hanno scoperto che in più della metà dei 129 paesi analizzati molte vaccinazioni sono state interrotte a marzo. Quelle contro il morbillo sono state fermate in 27 paesi, quelle contro la poliomielite in 38 paesi.

Oltre ai problemi nel breve periodo, gli autori dello studio avvertono che bloccare gli sforzi per l’immunizzazione di queste popolazioni potrebbe cancellare decenni di progressi contro malattie che sono state quasi debellate grazie ai vaccini, come il morbillo. L’Oms ha pubblicato una serie di raccomandazioni per aiutare le autorità sanitarie dei vari paesi a riprendere le procedure d’immunizzazione.