A causa dell’inquinamento atmosferico, a New Delhi e negli stati circostanti il 15 novembre è stato imposto un lockdown parziale (scuole chiuse e lavoro da casa). Dall’inizio del mese, infatti, la città è avvolta da una nube di smog provocata dall’abbassamento delle temperature, dai fuochi d’artificio per la festa di Diwali e dalle stoppie bruciate dai contadini. L’indice di qualità dell’aria ha raggiunto valori venti volte superiori a quelli di guardia indicati dall’Oms.

Questo articolo è uscito sul numero 1436 di Internazionale, a pagina 34. Compra questo numero | Abbonati