Tomas Cuesta, Getty Images

“Alle elezioni legislative del 14 novembre la coalizione peronista al governo, Frente de todos, ha perso il senato, che controllava dal 1983, anno del ritorno della democrazia in Argentina”, scrive El País. Tuttavia la conquista della provincia di Buenos Aires, dove vota il 40 per cento dell’elettorato del paese, ha attutito il peso della sconfitta. Il presidente Alberto Fernández (nella foto), la cui popolarità è in calo per la crisi economica e l’inflazione superiore al 50 per cento, ha detto che dialogherà con l’opposizione di centrodestra.

Questo articolo è uscito sul numero 1436 di Internazionale, a pagina 27. Compra questo numero | Abbonati