Quasi cinque milioni di decessi avvenuti nel mondo nel 2019 sono legati alla resistenza agli antibiotici. Di questi, 1,27 milioni sono causati direttamente da superbatteri resistenti agli antibiotici, un dato paragonabile alla somma delle vittime di hiv e malaria. Lo studio pubblicato su The Lancet ha esaminato 471 milioni di cartelle cliniche provenienti da 204 paesi, verificando l’azione di ventitré agenti patogeni. Le regioni più colpite sono l’Africa subsahariana e l’Asia meridionale. Circa un quinto delle vittime dei superbatteri sono bambini che avevano meno di cinque anni.

Questo articolo è uscito sul numero 1445 di Internazionale, a pagina 99. Compra questo numero | Abbonati