Aumento degli omicidi in alcune città tra il 2019 e il 2020, % (jeff asher)

Il 21 gennaio un poliziotto è stato ucciso e un altro è stato ferito in un appartamento di Harlem, a New York. In una settimana quattro agenti sono stati colpiti con armi da fuoco in città, e sono sempre più forti le pressioni sul sindaco Eric Adams perché prenda provvedimenti contro l’ondata di violenza. Il 24 gennaio Adams, che ha fatto il poliziotto per più di vent’anni, ha proposto dei cambiamenti: più agenti nelle strade per confiscare armi e modifiche alle leggi sulla libertà vigilata. Gli omicidi sono in aumento in tutte le principali città statunitensi. “Gli esperti”, scrive il New York Times, “spiegano questa tendenza con tre fattori: la pandemia, che ha fatto chiudere molti dei programmi di assistenza utili a limitare la criminalità; le proteste antirazziste, che hanno messo gli agenti sulla difensiva e fatto diminuire la fiducia nella polizia; e il forte aumento del numero di armi in circolazione”.

Questo articolo è uscito sul numero 1445 di Internazionale, a pagina 29. Compra questo numero | Abbonati