Il 20 gennaio la polizia ha trovato i corpi di un uomo, una donna, un adolescente e un neonato in un campo innevato nei pressi di Emerson, nella provincia canadese di Manitoba, vicino al confine con gli Stati Uniti. Secondo le autorità si tratta di una famiglia indiana che stava cercando di raggiungere gli Stati Uniti a piedi di notte durante una bufera di neve. Le autorità canadesi hanno arrestato e incriminato per traffico di esseri umani un cittadino statunitense. “Gli attraversamenti di migranti irregolari al confine meridionale del Canada sono aumentati rapidamente a partire dal 2017. Uno dei motivi è l’inasprimento delle politiche migratorie voluto da Donald Trump quando era presidente degli Stati Uniti”, scrive la Bbc.

Questo articolo è uscito sul numero 1445 di Internazionale, a pagina 29. Compra questo numero | Abbonati