Nelle isole Salomone, fino al mese scorso risparmiate dalla pandemia, migliaia di persone hanno contratto il covid-19 mandando in tilt il sistema sanitario. “Non ci sono posti letto per i pazienti e la gente muore per terra”, riferisce al Guardian un medico del National referral hospital di Honiara, la capitale. Poiché nelle strutture ospedaliere manca il personale, è stato chiesto di tornare al lavoro a medici e infermieri positivi al covid-19.

Questo articolo è uscito sul numero 1449 di Internazionale, a pagina 34. Compra questo numero | Abbonati