La corte suprema dello stato del Karnataka , chiamata a pronunciarsi sul diritto delle studenti musulmane d’indossare il velo a scuola, ne ha confermato il divieto. Secondo la corte, scrive Scroll, l’hijab non è un elemento essenziale dell’islam, quindi non può essere protetto in nome della libertà di culto. Inoltre, chiedere alle studenti d’indossare l’uniforme non viola il loro diritto a esprimersi e alla privacy. Questo vale però solo dentro le aule, mentre fuori le studenti possono indossare ciò che vogliono. A febbraio il governo dello stato indiano aveva vietato l’uso del velo a scuola e imposto quello delle uniformi, suscitando molte proteste.

Questo articolo è uscito sul numero 1452 di Internazionale, a pagina 24. Compra questo numero | Abbonati