Negli Stati Uniti si continua a discutere di cosa succederebbe se la corte suprema dovesse decidere di cancellare il diritto all’aborto a livello federale. Il New York Times spiega che il prossimo fronte di questa battaglia potrebbe riguardare le pillole abortive: “Negli ultimi anni l’aborto farmacologico è diventato sempre più diffuso. Al momento riguarda la metà delle interruzioni di gravidanza nel paese. Se le tutele federali saranno cancellate, il ricorso a questo metodo aumenterà, anche perché a dicembre le autorità sanitarie hanno reso più facile ottenere i farmaci, anche per posta dopo la visita con un medico. Gli stati controllati dai repubblicani approveranno leggi per contrastare questa tendenza”.

Questo articolo è uscito sul numero 1460 di Internazionale, a pagina 30. Compra questo numero | Abbonati