Chesnot, Getty Images

Il 16 maggio Elisabeth Borne ( nella foto ), ex ministra del lavoro e della transizione ecologica, ha preso il posto di Jean Castex alla guida del governo francese. Secondo La Tribune la nomina di Borne, in passato vicina ai socialisti ma oggi considerata una fedelissima di Emmanuel Macron, è soprattutto una scelta strategica in vista delle elezioni legislative del 12 e 19 giugno, in cui il presidente dovrà far fronte all’alleanza tra sinistra e verdi guidata da Jean-Luc Melenchón.

Questo articolo è uscito sul numero 1461 di Internazionale, a pagina 26. Compra questo numero | Abbonati