Un piccolo dente dalla “forma tipicamente umana” rinvenuto in una grotta del Laos potrebbe cambiare la storia dei nostri antenati, scrive Nature Communications. Si tratta del molare inferiore di una bambina vissuta tra 164mila e 131mila anni fa. La ricostruzione tridimensionale del dente e l’analisi delle proteine mostrano notevoli similitudini con i molari di un Denisova trovato in Tibet. L’ominide è un cugino dei Neandertal di cui si sa ben poco. Finora i reperti fossili erano stati trovati tra le montagne della Siberia o del Tibet. Il molare del Laos lascia intendere che i Denisova colonizzarono anche altre aree, adattandosi a climi tropicali e incrociandosi con gli umani moderni. Tracce denisoviane sono infatti presenti nel dna degli abitanti del sudest asiatico e dell’Oceania.

Questo articolo è uscito sul numero 1462 di Internazionale, a pagina 111. Compra questo numero | Abbonati