La Apple aumenterà il salario di partenza per i suoi dipendenti negli Stati Uniti, scrive la Reuters. L’obiettivo è attirare più persone in un mercato dove la domanda di lavoro è ristretta, l’inflazione è in crescita e tra i dipendenti si rafforza la presenza dei sindacati. Il salario di partenza arriverà a 22 dollari all’ora, il 45 per cento in più rispetto al 2018.

Questo articolo è uscito sul numero 1463 di Internazionale, a pagina 115. Compra questo numero | Abbonati