Lavoro

Tutti i posti di lavoro persi dopo lo sblocco dei licenziamenti

Dalla Gkn Driveline di Campi Bisenzio alla Whirlpool di Napoli, i lavoratori mandati a casa sono già molti. Alla fine dell’estate potrebbero essere tra i 30mila e i 70mila. E intanto le aziende delocalizzano le loro strutture. Leggi

Amazon è il simbolo dello spreco capitalista

L’azienda di Jeff Bezos distrugge ogni anno milioni di prodotti invenduti per risparmiare sui costi dei magazzini. E non è l’unica. Bisogna ripensare l’intero sistema di produzione e consumo. Leggi

pubblicità
Per chi e per cosa è morto il sindacalista Adil Belakhdim

Travolto da un tir durante una manifestazione a Biandrate, Belakhdim si batteva contro lo sfruttamento nella logistica. I compagni raccontano le tensioni in un settore cresciuto molto nella pandemia, anche a scapito dei diritti dei lavoratori. Leggi

Logistica

L’uccisione del sindacalista Adil Belakhdim fa luce su un mondo in cui si vive con 850 euro al mese, senza tutele, con turni di 13 ore. Leggi

Posti vacanti

La pandemia ha trasformato anche i modelli produttivi e creativi: il progetto di Massimo Siragusa sui luoghi di lavoro invita a riflettere sulla loro funzione sociale. Leggi

pubblicità
La strategia dello stato sull’Ilva è ancora troppo vaga

Dopo le condanne per disastro ambientale Taranto si aspetta dei cambiamenti, così come i lavoratori dell’Ilva. Le tecnologie per rendere “pulito” l’acciaio esistono, in Europa molti ci stanno investendo. Leggi

La fine del blocco dei licenziamenti apre un’estate complicata

Non si prospettano mesi tranquilli per 56mila lavoratori coinvolti in 99 crisi aziendali. Sono quelli che più di tutti rischiano di ritrovarsi disoccupati dopo che il governo ha deciso di non prorogare il blocco dei licenziamenti. Leggi

Gli stereotipi sul reddito di cittadinanza non aiutano nessuno

La misura è accusata di mettere in difficoltà interi settori economici. La verità è che in Italia il disincentivo al lavoro nasce da politiche che hanno smantellato il tessuto produttivo, e da occupazioni pagate sempre meno e prive di tutele. Leggi

Marx non aveva tutti i torti

È difficile non cogliere la straordinaria lungimiranza di Marx e la sua comprensione della natura, della parabola e della direzione del capitalismo. Dall’archivio di Internazionale. Leggi

Gli equilibristi della povertà alle prese con gli sfratti

I provvedimenti sono stati bloccati, alcuni fino al 1 luglio, altri fino al 31 dicembre. Ma le richieste di sfratti non si sono mai fermate. Storie di chi non ce la fa più a pagare l’affitto. Leggi

pubblicità
Come il lavoro agile cambia tutto il resto

Lo smart working presenta vantaggi e opportunità per i dipendenti, ma pone questioni di orario, riservatezza e diritti che andranno valutate sul piano legislativo, aziendale e sindacale. Leggi

Organizzarsi

Appena eletto, Joe Biden ha detto: “Sarò il presidente degli Stati Uniti più filosindacale che abbiate mai visto”. Sono parole importanti. Leggi

Le aziende della logistica stanno divorando la bassa bergamasca

Il fallimento dell’autostrada BreBeMi non ha fermato lo sfruttamento di un territorio già segnato da molte crisi aziendali. Nuovi progetti promettono più occupazione, ma non tengono conto dei rischi per l’ambiente e per i lavoratori. Leggi

L’esperimento italiano

L’era Draghi si apre con un’ampiezza di consensi che ha pochi precedenti nella storia repubblicana. Ma nel suo programma bisogna guardare anche quello che non c’è per capire se può davvero essere l’occasione per un nuovo ordine. Leggi

In India si discute del salario per il lavoro domestico delle donne

C’è chi dice che retribuire il lavoro domestico aiuterebbe le donne a emanciparsi e chi invece spiega come questo le confinerebbe ancora di più tra le mura di casa. Meglio sarebbe il reddito universale di base, spiegano gli esperti. Leggi

pubblicità
I pescherecci stranieri svuotano il mare del Ghana

Negli ultimi anni migliaia di pescatori ghaneani hanno perso il lavoro a causa dei pescherecci industriali stranieri. Se questo tipo di pesca non sarà regolata, le risorse ittiche del paese si esauriranno presto. Il video. Leggi

La modernità di Dubai nasconde un lato oscuro

La città sfoggia lusso e modernità. Ma nell’indifferenza internazionale si compie il più vile tra i peccati: una schiavitù contemporanea simbolo di una società post-liberale che calpesta i diritti dei deboli. Leggi

Il tecnico popolare deve fare anche scelte impopolari

Che succederà dopo il blocco dei licenziamenti? Che fare con il reddito di cittadinanza? E sarà riproposto il ponte sullo stretto di Messina? Mario Draghi ha a disposizione molti soldi, ma deve avere il coraggio di dire dei no. Leggi

L’industria dell’abbigliamento ha tradito la sua forza lavoro

Nel corso della pandemia le fabbriche delocalizzate nel sud del mondo hanno ridotto i salari già bassissimi. Alcuni marchi invece hanno aumentato i profitti. Serve un nuovo patto del lavoro che limiti lo sfruttamento e offra più garanzie. Leggi

Le lavoratrici domestiche testimoni silenziose del collasso del Libano

Già vittime invisibili di un sistema ingiusto e sbilanciato, le donne che lavorano nelle case dei libanesi sono tra le persone più colpite dalla crisi che sta logorando il paese. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.