The Conversation

È un sito di informazione a cui collaborano accademici e ricercatori da tutto il mondo.

Ai Mondiali di calcio femminile sono in campo i diritti delle donne

Il 7 giugno cominciano in Francia i Mondiali di calcio femminile. L’uguaglianza nello sport è il primo passo verso l’uguaglianza di genere. Leggi

Il Booker prize che racconta l’Oman con gli occhi di una donna

L’omanita Jokha Alharthi è la prima scrittrice del suo paese tradotta in inglese. Dal suo romanzo emerge una società culturalmente ricca, legata alla tradizione e alle prese con la nuova ricchezza nata dal petrolio. Leggi

pubblicità
In Canada la cannabis legale può contrastare la dipendenza da oppioidi

La vendita di cannabis per uso ricreativo potrebbe arginare il rischio di dipendenza tra chi usa farmaci a base di oppioidi. Leggi

Un Nobel all’economia che prova a contrastare i cambiamenti climatici

L’economista di Yale William Nordhaus ha studiato per tutta la vita i costi dei cambiamenti climatici, invocando una tassa sulle emissioni di anidride carbonica per contrastare il riscaldamento globale. Leggi

Parole oltre le sbarre

Giornalista, scrittore e rifugiato curdo in fuga dall’Iran, Behrouz Boochani è incarcerato a Manus dal 2013. Omid Tofighian traduce i suoi articoli inviati via WhatsApp ed è al festival di Internazionale. Leggi

pubblicità
Perché in Niger ci sono militari da tutto il mondo

Il paese ospita truppe da Stati Uniti, Francia, Germania, Canada e Italia. La loro presenza è fonte di malcontento. Leggi

L’empatia per i ragazzi tailandesi non vale per tutti

Le immagini dei ragazzi intrappolati in Thailandia inondano i nostri schermi. Perché altre tragedie di lungo periodo non attirano così tanta attenzione? Leggi

La libertà di internet è a rischio

Il Parlamento europeo sta per votare una riforma del diritto d’autore che potrebbe influenzare significativamente la vita online di milioni di cittadini. Leggi

Perché in Kenya i medici sono in sciopero da tre mesi

Lo sciopero dei medici keniani va avanti dall’inizio di dicembre. Il governo si rifiuta di cedere alle richieste dei dottori e ha perfino dichiarato illegale lo sciopero. Questo ha portato all’arresto e alla detenzione di vari medici. Leggi

I cambiamenti climatici causeranno una nuova ondata di profughi

Secondo i demografi nei prossimi anni le attuali migrazioni in direzione dell’Europa ci appariranno assai modeste rispetto a quelle future di decine di milioni di migranti climatici. L’occidente deve prendersi carico delle sue responsabilità nei flussi migratori: lo sconvolgimento climatico è una di queste. Leggi

pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.