Il 26 maggio la polizia stradale federale ha annunciato l’apertura di un’inchiesta sulla morte di Genivaldo de Jesus Santos, un nero di 38 anni fermato il 25 maggio da alcuni agenti a Umbaúba, nello stato nordorientale del Sergipe, mentre era alla guida della sua moto. Un video mostra due agenti che cercano di chiudere l’uomo nel portabagagli di un’auto della polizia da cui esce il fumo di una granata lacrimogena. L’autopsia ha confermato che Genivaldo è morto per asfissia. La Folha de S.Paulo definisce “preoccupante” il dilettantismo degli agenti, sottolineando che la polizia stradale ha acquisito più poteri da quando Bolsonaro è presidente, e partecipa anche a indagini e operazioni antidroga che non sarebbero di sua competenza.

Questo articolo è uscito sul numero 1463 di Internazionale, a pagina 37. Compra questo numero | Abbonati