Le esche insetticide, composte da zucchero e veleno, stanno alterando la fisiologia del gusto e il rituale di accoppiamento degli scarafaggi. Anni fa si è scoperto che alcuni esemplari della specie Blattella germanica avevano sviluppato un’avversione allo zucchero, di cui erano ghiotti, perché lo percepivano rapidamente come amaro. Quest’arma di difesa, scrive Communications Biology, ha modificato il loro comportamento riproduttivo. Lo scarafaggio maschio secerne una sostanza zuccherina dalla ghiandola tergale per attirare la femmina e bloccarla mentre rilascia lo sperma nella vagina, in un rituale che dura fino a un’ora e mezza. Nel caso degli scarafaggi resistenti agli insetticidi, però, le cose cambiano, perché quando la femmina sente il sapore amaro fugge via. Il maschio ha quindi modificato le abitudini, penetrando la femmina prima che il dolce diventi amaro.

Questo articolo è uscito sul numero 1463 di Internazionale, a pagina 111. Compra questo numero | Abbonati