C’è un’atmosfera inebriante nell’ultimo e più spettacolare film del regista-sceneggiatore irlandese John Michael McDonagh (tratto dal romanzo di Lawrence Osborne), una squilibrata miscela di thriller e commedia nera. David (Ralph Fiennes), alcolista insofferente e insopportabile, e la moglie Jo (Jessica Chastain) non si sopportano più. Viaggiano attraverso il deserto del Marocco per raggiungere la festa opulenta di un’eccentrica coppia gay. David investe e uccide un ragazzo del posto. Era buio, ma David aveva bevuto e non è esente da colpe. Un altro film si sarebbe preoccupato del dilemma se denunciare o no il fatto. The forgiven invece si muove velocemente in un’altra direzione. Il film è strano, squilibrato, per molti versi frustrante. Non equivale alla somma delle sue parti. Eppure è curiosamente avvincente e convincente. Jessica Chastain, spesso relegata a ruoli inadatti al suo talento, qui fa fuoco e fiamme.
Benjamin Lee, The Guardian

Questo articolo è uscito sul numero 1469 di Internazionale, a pagina 92. Compra questo numero | Abbonati