Pesci I piccoli pesci pelagici, tra cui aringhe, alici e sgombri, sono tra i prodotti ittici più nutrienti e con le minori emissioni di gas serra. Secondo uno studio pubblicato su Communications Earth and Environment, hanno un profilo migliore della carne bovina, suina e di pollo. I ricercatori hanno analizzato l’apporto nutritivo e l’impatto ambientale dei prodotti del mare. Tra quelli a basso impatto ci sono anche i salmoni selvatici e i bivalvi, tra cui cozze e vongole, che però hanno un minore apporto nutrizionale. I grandi pesci pelagici, tra cui i tonni, sono nella media, mentre i calamari hanno un impatto più alto, simile a quello della carne suina. I crostacei, in particolare i gamberi, sono tra i prodotti più nocivi per l’ambiente.

Terremoti Un sisma di magnitudo 7,6 sulla scala Richter ha colpito la Papua Nuova Guinea causando almeno sette morti. Centinaia di case sono state distrutte. ◆ Il bilancio di un terremoto di magnitudo 6,6 nella provincia cinese del Sichuan è salito a 86 vittime.

Incendi Un incendio che si è sviluppato nell’Oregon, nell’ovest degli Stati Uniti, ha distrutto più di 37mila ettari di vegetazione e costretto migliaia di persone a lasciare le loro case. Un altro rogo ha incenerito 17mila ettari nel nord della California. ◆ Gli incendi appiccati in Bolivia per fare spazio all’agricoltura sono triplicati in appena due settimane. Dall’inizio dell’anno sono stati distrutti più di 850mila ettari di foresta.

Frane Almeno quindici persone sono morte nell’ovest dell’Uganda travolte da una frana causata dalle forti piogge degli ultimi giorni.

Caldo Secondo il servizio europeo sul cambiamento climatico Copernicus, il periodo dal 1 giugno al 31 agosto è stato il più caldo mai registrato in Europa: 1,34 gradi più della media del periodo 1991-2020 e 0,4 gradi più del precedente record del 2021.

Aria Secondo un rapporto dell’Organizzazione meteorologica mondiale (Omm), le ondate di caldo e gli incendi diventeranno più frequenti, intensi e durevoli a causa della crisi climatica, peggiorando la qualità dell’aria e mettendo a rischio la salute degli esseri umani.

Epidemie Almeno sette persone sono morte in un’epidemia di colera scoppiata nel nord e nell’est della Siria.

Rinoceronti Dalla fine del 2020 la popolazione dei rinoceronti nel parco nazionale Kruger, in Sudafrica, si è ridotta del 12 per cento, passando da 2.809 esemplari a 2.458. La causa principale è il bracconaggio.

Siphiwe Sibeko, Reuters/Contrasto

Questo articolo è uscito sul numero 1478 di Internazionale, a pagina 108. Compra questo numero | Abbonati