Beirut, 16 settembre 2022 (Marwan Naamani, picture alliance/Getty)

Il 16 settembre cinque banche libanesi sono state assalite da clienti che volevano recuperare i loro risparmi, bloccati a causa delle restrizioni imposte dal governo per far fronte alla crisi economica ( nella foto, una protesta davanti a una banca ). Questi eventi stanno suscitando grande sostegno nell’opinione pubblica e hanno spinto l’Associazione delle banche del Libano a ordinare la chiusura di tutte le filiali per tre giorni. **Al Safir al Araby ** racconta di Sally Hafez, entrata nella sede della Blom bank di Beirut con in mano una pistola finta, per prelevare dal conto migliaia di dollari e pagare le cure alla sorella malata. Questa storia “paradossale”, commenta il giornale, rivela “il furto organizzato dalle banche” ai danni dei libanesi negli ultimi anni.

Questo articolo è uscito sul numero 1479 di Internazionale, a pagina 24. Compra questo numero | Abbonati