“Possa questa zanna togliere i pidocchi dai capelli e dalla barba”, recita la più antica iscrizione completa e decifrabile mai trovata in lingua cananea: diciassette lettere che formano sette parole incise su un pettine d’avorio del 1700 aC trovato a Lachis, in Israele. Secondo gli archeologi dell’università ebraica di Gerusalemme, il reperto è “una pietra miliare nella storia della scrittura” e dimostra che l’alfabeto era usato già 3.700 anni fa. Il cananeo è infatti la prima scrittura alfabetica, sviluppata nell’età del bronzo. In Siria sono state trovate altre iscrizioni cananee, ma con scrittura non alfabetica. Inoltre, scrive il Jerusalem Journal of Archaeology, l’iscrizione mette in luce alcuni aspetti della vita quotidiana dell’epoca, come la cura dei capelli e il problema dei pidocchi. A quanto pare il pettine è servito allo scopo: tra i suoi denti sono stati trovati resti del parassita.

Questo articolo è uscito sul numero 1487 di Internazionale, a pagina 111. Compra questo numero | Abbonati