I tedeschi Jantje Friese e Baran bo Odar sono abituati a giocare tenendo ben nascoste le carte. Il loro precedente progetto per Netflix, Dark, era volutamente confuso e bizzarro, e molto originale. Ora hanno realizzato un altrettanto sconcertante rompicapo soprannaturale ambientato su un transatlantico in rotta verso New York alla fine dell’ottocento. A bordo ci sono 1.400 passeggeri di varie classi e nazionalità, molti dei quali sembrano avere (o condividere) oscuri segreti. Quando la nave cambia rotta per raggiungere un altro transatlantico scomparso mesi prima il mistero è solo all’inizio. Empire

Questo articolo è uscito sul numero 1488 di Internazionale, a pagina 86. Compra questo numero | Abbonati