Paolina Baruchello oltre a essere traduttrice e operatrice culturale, insegna e pratica il kung fu. In La prova dei cinque petali c’è molto della sua conoscenza di questa gloriosa arte marziale. Ed è accompagnata dai disegni versatili e intensi di Andrea Rivola. Insieme hanno creato una storia che coinvolge pagina dopo pagina ed emoziona, a tratti fino alle lacrime. I protagonisti sono Tian, destinato dal padre a un futuro come guardia dell’imperatore, e Jin, una ragazza senza passato e dal futuro tutto da inventare. C’è magia tra Tian e Jin, e la loro amicizia diventa sempre più solida. Jin è un’artista di strada, ma ama il kung fu e Tian, che nel kung fu è immerso (per diventare guardia dell’imperatore dovrà superare una prova), vorrebbe invece quel pubblico che Jian ha tutte le sere quando fa le sue bellissime acrobazie. Vorrebbero scambiare le loro vite. E sarà il destino a dar loro una mano. Questa graphic novel, oltre a farci immergere in una Cina lontana nel tempo, riesce anche a far capire che ognuno alla fine costruisce il proprio modo di stare al mondo. Un libro che ci parla del coraggio di vivere e della pazzia di superare i nostri limiti. Igiaba Scego

Questo articolo è uscito sul numero 1449 di Internazionale, a pagina 86. Compra questo numero | Abbonati