Eshkol Nevo è uno degli autori più interessanti della nostra epoca. Ci ha regalato romanzi straordinari come Tre piani e La simmetria dei desideri. Ed è molto apprezzato. Con l’albo Devo dirti una cosa, dedicato ai più piccoli, ad amare Eshkol Nevo non saranno più solo gli adulti. Nevo ha tre figlie e uno dei suoi sforzi letterari più grandi e più belli sono le storie per le sue bambine. Nimrod, il protagonista, è una di queste creature balzate fuori nelle favole della buonanotte, in quel momento dove genitori e figli condividono fantasie e parole mirabolanti. Ma Nimrod non è un re né un cavaliere. Non è un eroe, non è una creatura magica. Nimrod è solo un bambino che vuole dire qualcosa alla sua mamma, ma lei è troppo occupata. Deve aspettare quindi. Ma a questo punto si pone un problema: cosa fare con il pensiero che voleva comunicare alla mamma? E se succede che se lo dimentica? Allora ha un’idea fantastica. Conserva il pensiero dentro una scatola. Ma nelle scatole succedono sempre delle cose. Il suo pensiero prima dice che ha fame e poi che è solo. Insomma, Nimrod deve occuparsi dei suoi pensieri curandoli e coccolandoli. Un albo semplice che racconta di come nel nostro intimo nuotano parole, immagini e fantasmagorie. Un albo d’autore dolce e dinamico.

Questo articolo è uscito sul numero 1489 di Internazionale, a pagina 90. Compra questo numero | Abbonati