12 novembre 2014 13:32
  • Per il secondo giorno consecutivo, la sera dell’11 novembre un gruppo di abitanti di Tor Sapienza, nella periferia est di Roma, ha preso d’assalto il centro di accoglienza di viale Giorgio Morandi lanciando oggetti, petardi e bombe carta contro la struttura, mentre venivano scandite frasi come “vi bruciamo vivi”. La polizia ha caricato i manifestanti: almeno 12 persone sono rimaste ferite tra residenti e poliziotti.
  • Il centro è una delle strutture previste dal Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. Le strutture, gestite dagli enti locali, sono nate per garantire “accoglienza integrata ai richiedenti asilo e ai titolati di protezione internazionale”.
  • Il centro di Tor Sapienza ospita 36 minori non accompagnati di origine bangladese e africana.
  • Le proteste erano cominciate il 10 novembre quando un gruppo di abitanti aveva manifestato contro la condizione d’insicurezza del quartiere, attribuendone la colpa alla presenza del centro di accoglienza e di un vicino campo rom.