Le isole Salomone votano per eleggere il parlamento

Il 19 novembre si svolgono le elezioni per il rinnovo del parlamento nazionale delle isole Salomone. Si tratta della prima consultazione popolare dalla fine della missione di peacekeeping Ramsi

Il voto delle isole Salomone

19 novembre 2014 14:55
  • Il 19 novembre si svolgono le elezioni per il rinnovo del parlamento delle isole Salomone.
  • Le isole sono indipendenti dal Regno Unito dal 1978, ma fanno parte del Commonwealth e il loro capo di stato è la regina Elisabetta. I parlamentari dovranno eleggere il capo del governo: il favorito è il primo ministro uscente, Gordon Darcy Lilo, in carica dal 2001.
  • Quella del 19 novembre è la prima consultazione popolare dalla fine della missione di peacekeeping guidata dall’Australia, che per dieci anni ha garantito la pace dopo la guerra civile durata dal 1998 al 2003.
  • La guerra civile era cominciata dopo che gli abitanti dell’isola di Guadalcanal avevano accusato quelli provenienti dall’isola di Malaitia di rubare terra e lavoro. Ventimila persone furono costrette a fuggire.
  • I temi più dibattuti durante la campagna elettorale sono stati l’elevato assenteismo dei parlamentari, la necessità di una maggiore rappresentanza politica femminile, la lotta alla corruzione e la sostenibilità di un sistema industriale basato sulla produzione di legname e sull’estrazione mineraria.
  • Il censimento elettorale ha registrato 280mila elettori, dopo la cancellazione di 160mila registrazioni illegali.
  • Le operazioni di voto dureranno almeno tre giorni.
pubblicità

Articolo successivo

Come funziona la cittadinanza in Italia