28 gennaio 2015 10:54

Durante il primo consiglio dei ministri dopo la vittoria alle elezioni, il nuovo premier greco, Alexis Tsipras, ha dichiarato che il paese non andrà in default a causa del suo debito pubblico.

Il leader di Syriza ha dichiarato che il governo rinegozierà con i creditori il piano di salvataggio da 240 miliardi di euro imposto dalla troika, ma non ha spiegato i dettagli della sua iniziativa. Alexis Tsipras ha promesso “proposte realistiche” per la ripresa economica e ha detto che combatterà la corruzione.

Riguardo ai rapporti con l’Europa, il premier ha detto: “Non entreremo in uno scontro reciprocamente distruttivo, ma al tempo stesso smetteremo di essere sottomessi dal punto di vista politico”. Bbc