Scontri nello Yemen, raid aereo contro il palazzo presidenziale di Aden

Nella città portuale del sud del paese sono in corso i combattimenti tra tra le truppe fedeli al presidente Abd Rabbo Mansur Hadi e le forze che sostengono gli houthi e l’ex presidente Ali Abdullah Saleh

Raid aereo sul palazzo presidenziale di Aden, nel sud dello Yemen

19 marzo 2015 15:27

Un aereo da combattimento ha compiuto un raid contro il palazzo presidenziale ad Aden, nel sud dello Yemen. Dopo aver sparato dei colpi che hanno centrato una collina nelle vicinanze, l’apparecchio è stato costretto ad allontanarsi dal fuoco della contraerea. Secondo diverse ricostruzioni, l’aereo era pilotato dalle forze fedeli ai ribelli houthi, che controllano la capitale Sanaa da settembre.

Il presidente Abd Rabbo Mansur Hadi, che pare si trovasse dentro il palazzo al momento dell’attacco, sarebbe stato portato in un luogo sicuro, ma non ha lasciato il paese. Hadi si era rifugiato ad Aden a febbraio, dopo aver abbandonato Sanaa, dove i ribelli houthi lo avevano costretto agli arresti domiciliari.

Il raid aereo segue i combattimenti che si sono svolti nel corso della giornata attorno all’aeroporto internazionale di Aden tra le truppe fedeli ad Hadi e le forze che sostengono gli houthi e l’ex presidente Ali Abdullah Saleh. Negli scontri sono morte cinque persone. Afp, Bbc

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Il club del tradimento
Dan Savage
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.