Uccisi nove jihadisti del gruppo accusato di aver organizzato l’attacco al museo di Tunisi

Secondo il ministero dell’interno, i nove uomini armati farebbero parte della brigata Ukba ibn Nafaa, il ramo tunisino di Al Qaeda nel Maghreb islamico

Rinviata per motivi di sicurezza la riapertura del museo a Tunisi

24 marzo 2015 09:24

La riapertura al pubblico del museo del Bardo di Tunisi, dove il 18 marzo sono state uccise 21 persone, prevista per oggi, è stata rinviata sine die per motivi di sicurezza. Lo ha annunciato l’ufficio stampa del museo. “Siamo stati sorpresi all’ultimo momento”, ha dichiarato la direttrice della comunicazione Hanene Srarfi, “ma per motivi di sicurezza secondo il ministero dell’interno non possiamo ricevere un gran numero di visitatori”. È stata invece confermata la celebrazione di una “cerimonia ufficiale” nel museo, che si terrà questo pomeriggio. Afp

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Vittoria e declino
Pier Andrea Canei
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.