23 aprile 2015 13:00
Per visualizzare questo contenuto, accetta i cookie di tipo marketing.

A Johannesburg sono attese almeno trentamila persone per una manifestazione in solidarietà con le vittime delle violenze xenofobe in Sudafrica. Nelle ultime settimane, negli attacchi contro gli immigrati a Durban e nelle township di Johannesburg, sono rimaste uccise sei persone. Per dimostrare che il governo si sta occupando della questione, Zuma ha schierato l’esercito nella township di Alexandra e in diverse zone del Kwa-Zulu Natal.

Sono più di 350 gli stranieri uccisi dal 2008, secondo il Centro delle migrazioni africane dell’università di Witwatersrand. E la maggioranza di questi crimini è rimasta impunita.

Per visualizzare questo contenuto, accetta i cookie di tipo marketing.