04 giugno 2015 21:20

La Fifa avrebbe dato cinque milioni di euro alla federazione calcistica irlandese per fermare un’azione legale per il fallo di mano di Thierry Henry nello spareggio per la qualificazione ai mondiali del 2010. A rivelarlo è lo stesso presidente della federazione irlandese, John Delaney.

John Delaney ha dichiarato che le due parti avevano trovato “un giusto accordo” per sistemare la questione, anche grazie alla mediazione del presidente della Fifa Sepp Blatter, che si è dimesso recentemente dopo lo scandalo sulla corruzione che ha colpito la federazione calcistica internazionale.

La partita tra Francia e Irlanda si giocò nel 2009 a Parigi, dopo che all’andata la Francia aveva vinto 1-0 a Dublino. Finita 0-1 per l’Irlanda ai tempi regolamantari, fu pareggiata dalla Francia nei tempi supplementari con un gol viziato da un fallo di mano dell’attaccante Thierry Henry. Il pareggio permise alla Francia di qualificarsi ai mondiali.


Un portavoce della Fifa ha confermato il pagamento, ma ha dichiarato che il versamento serviva per “la costruzione di uno stadio in Irlanda”.