07 giugno 2015 10:00

Si sono aperti stamattina i seggi per le elezioni in Turchia, dove si vota per rinnovare la Grande assemblea nazionale turca, il parlamento unicamerale formato da 550 parlamentari eletto con un sistema proporzionale. Il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan spera di raccogliere un’ampia maggioranza con il suo partito, l’Akp, nel tentativo di avere i voti per approvare una riforma costituzionale di stampo presidenziale, che dia ampi poteri al capo dello stato.

Per far passare la riforma, l’Akp dovrà riuscire a guadagnare almeno i tre quinti dei seggi. L’ostacolo principale alla riforma di Erdoğan è il partito filocurdo Hdp, che, se riuscisse a superare la soglia di sbarramento del 10 per cento, potrebbe entrare in parlamento per la prima volta nella sua storia e togliere voti all’Akp.

Il 5 maggio un’esplosione durante un comizio dell’Hdp a Diyarbakır, nel sudest del paese, ha causato quattro morti. L’attentato non è stato rivendicato e, secondo le autorità, è stato compiuto con ordigni artigianali.