Quinto giorno a Ventimiglia per i migranti, il papa chiede perdono per chi chiude la porta 

Circa cento migranti hanno passato un’altra notte sulla scogliera di Ponte san Ludovico e si preparano al quinto giorno di proteste alla frontiera bloccata dalle autorità francesi. Intanto il papa è intervenuto sul tema dell’immigrazione, chiedendo di pregare per le persone e le istituzioni che chiudono la porta a questa gente che cerca aiuto

Presidio della Croce rossa per i migranti accampati alla stazione di Milano

11 giugno 2015 19:42


La Croce rossa ha allestito un presidio mobile alla stazione centrale di Milano per assistere le centinaia di migranti, soprattutto somali ed eritrei, ma anche una quarantina di siriani, accampati da giorni in attesa di proseguire il viaggio verso il nord Europa. È stata messa a disposizione anche un’ambulanza per trasportare in ospedale le persone che potrebbero avere contratto malattie infettive. Nel corso della giornata è cresciuta la pressione sulla presenza dei migranti nell’androne della stazione, anche a causa delle dichiarazioni polemiche del leader della Lega nord Matteo Salvini.

Secondo il presidente della fondazione Progetto Arca, Alberto Sinigallia, nella notte tra il 9 e il 10 giugno in stazione hanno dormito 350 migranti.

pubblicità

Articolo successivo

Ciao, io sono Flume
Giovanni Ansaldo