Aperta un’inchiesta sui poliziotti che hanno aggredito un uomo in California

12 giugno 2015 11:19

Le autorità di Salinas, in California, hanno avviato un’indagine sull’eccessivo uso della forza da parte della polizia locale, dopo la diffusione su internet di un video che mostra alcuni agenti bloccare a terra e picchiare con i manganelli un uomo sospettato di un’aggressione.


La vicenda è avvenuta venerdì 5 giugno. La polizia ha riferito che Jose Velasco, un ragazzo di 28 anni, stava aggredendo sua madre in strada, spingendola a terra nel traffico: gli agenti sono intervenuti con taser e manganelli per fermarlo. Il ragazzo, ha aggiunto il capo della polizia, avrebbe poi ammesso di aver assunto metanfetamina.

Dal filmato sembra che Velasco sia stato colpito ripetutamente alla testa, alle gambe, alle mani e alla schiena, in un pestaggio durato 45 secondi. La sorella di Velasco, Antoinette Ramirez, ha spiegato che il ragazzo soffre di una malattia mentale e che non intendeva fare del male alla madre.

Velasco, che ha riportato lesioni alle gambe, è stato accusato di aver provato a rubare la pistola taser di un poliziotto e di aver morso un paramedico. Dovrà rispondere di diverse accuse, tra cui aggressione a pubblico ufficiale e aggressione con arma letale. Gli agenti coinvolti non sono stati sospesi.

Il filmato, che ha avuto più di 170mila visualizzazioni online, è stato girato con un cellulare da un automobilista e postato su YouTube il 9 giugno.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Le Mans 66 e gli altri film del weekend
Piero Zardo
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.