Atene e Bruxelles sempre più lontane

È fallita l’ultima tornata di negoziati tra la Grecia e i suoi creditori (Commissione europea, Banca centrale europea e Fondo monetario internazionale). Per evitare il default, Atene deve restituire 1,6 miliardi al Fondo entro il 30 giugno. Il mercato europeo è spaventato dall’incertezza e la borsa di Atene chiude con forti perdite

Proseguono i colloqui sulla Grecia a Bruxelles, “la pazienza in Europa si sta esaurendo”

14 giugno 2015 18:43

Il vice cancelliere tedesco Sigmar Gabriel ha detto che i paesi europei stanno perdendo la pazienza con la Grecia. Il suo intervento, pubblicato sul giornale tedesco Bild, conferma la volontà di mantenere la Grecia nell’eurozona, ma sottolinea che “non solo il tempo sta scadendo, ma anche la pazienza in Europa”. I commenti di Gabriel arrivano mentre a Bruxelles sono ripresi i colloqui tra la delegazione di Atene e i rappresentanti dei creditori internazionali. Il tentativo è di trovare un accordo sui nuovi prestiti al paese in crisi finanziaria da presentare ai ministri delle finanze dell’eurozona che si riuniscono il 18 giugno in Lussemburgo.

I colloqui sono ripresi sabato 13 giugno e sono proseguiti domenica, dopo che l’11 giugno la squadra di negoziatori del Fondo monetario internazionale aveva lasciato i colloqui citando ampie divergenze su gran parte dei temi chiave.

pubblicità

Articolo successivo

Le notizie di scienza della settimana
Claudia Grisanti