Gli Stati Uniti sono accusati di aver spiato per anni i presidenti francesi

L’agenzia per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti (Nsa) ha controllato le conversazioni dei presidenti Jacques Chirac, Nicolas Sarkozy e François Hollande tra 2006 e il 2012, secondo Wikileaks

La Francia dichiara che lo spionaggio degli Stati Uniti è inaccettabile

24 giugno 2015 11:41

La Francia “non tollererà alcuna attività che mette a rischio la sua sicurezza e i suoi interessi”, ha dichiarato il presidente francese François Hollande in seguito alle rivelazioni del sito Wikileaks sullo spionaggio da parte dell’agenzia statunitense Nsa nei confronti dei presidenti francesi tra il 2006 e il 2012.

Lo spionaggio dell’Nsa è “inaccettabile tra paesi alleati”, ha commentato Stéphane Le Foll, portavoce del governo francese. La replica francese è stata pubblicata anche sul profilo Twitter dell’Eliseo. Nel frattempo il ministro degli esteri francese, Laurent Fabius, ha convocato l’ambasciatrice statunitense.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Tutto quello che c’è da sapere sulle elezioni europee
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.