24 giugno 2015 18:31

La procura di Napoli ha chiesto una condanna a cinque anni di reclusione per l’ex presidente del consiglio italiano Silvio Berlusconi, accusato di corruzione nel processo sulla cosiddetta compravendita dei senatori. Nello stesso procedimento è imputato anche l’ex direttore de L’Avanti Valter Lavitola, per cui il pubblico ministero ha chiesto una pena di quattro anni e quattro mesi di carcere.

Secondo i magistrati, nel 2007, Berlusconi riuscì a far cadere il governo guidato da Romano Prodi corrompendo alcuni senatori che passarono dal centrosinistra al centrodestra. Tra questi Sergio De Gregorio, eletto nella lista dell’Italia dei valori e poi transitato nelle fila di Forza Italia. L’accusa si basa sulle dichiarazioni dello stesso De Gregorio che, nei mesi scorsi, ha patteggiato una condanna a un anno e otto mesi, confessando di aver ricevuto soldi da Berlusconi e che Lavitola avrebbe avuto il ruolo di mediatore.

Il 7 luglio ci saranno le arringhe degli avvocati della difesa e l’8 è attesa la sentenza.